Indietro

Verso l’infinito e oltre!

Anche con la mamma…

Quando si sono messi a concepire un simbolo che rappresentasse l’amore fra madre e figlia, i direttori creativi di Pandora Francesco Terzo e Filippo Ficarelli hanno esplorato l’idea di amore che inizia con la nascita di un figlio.

“Abbiamo pensato che, quando una donna diventa madre, dà vita a un nuovo amore eterno e per questo crediamo che l’idea di associare il simbolo dell’infinito alla figura della mamma sia un pensiero meraviglioso”.

Ma da dove viene il simbolo dell’infinito? Attinge ai tempi antichi, L’infinito era originariamente conosciuto come lemniscata, che significa “nastro”, da antichi matematici e filosofi greci. Un concetto simile a quello insito anche nell’Ouroboros, un antico simbolo che raffigura un serpente che si morde la coda. Rappresenta l’infinita immortalità, la continuità, l’autofecondazione e il ritorno eterno. C’è un significato ritualizzato particolare in alcune zone dell’India e del Tibet, dove il simbolo rappresentava la perfezione e l’equilibrio tra il genere maschile e quello femminile, una sorta di Yin e Yang insomma. Il segno dell’infinito appare anche in una serie di mistici disegni di nodi celtici, che proprio come il simbolo dell’infinito non hanno né fine né inizio.

Pandora realizza il simbolo sia in Argento Sterling 925 che nell’esclusivo Pandora Rose,  caratterizzato da un design moderno e da un nodo, simbolo iconico per Pandora e perfetto per amplificare il messaggio dell’amore eterno. I designer di Pandora hanno unito i due simboli, avvolgendo il centro dell’infinito con un nodo che rappresenta il legame eterno.

#SomethingAboutYou

Eventi

Melograno ed enotera

Per sollecitare il collagene