Indietro

Ritrovare la concentrazione?

Ecco il metodo del “mandarino”

Faticate a concentrarvi chiusi dentro casa con davanti lo schermo del computer, libri da studiare, videochiamate su Zoom? Ci sono varie tecniche per ritrovare la concentrazione. Alcune un po’ bizzarre ma efficaci! Se vi dicessimo che basta immaginare un mandarino per aumentare il coordinamento fisico, migliorare la memoria e aumentare focus e creatività, ci credereste? In generale, quando si perde il focus per ritrovarlo bisogna riferirsi a elementi fisici, riportare la mente “giù” mentre va a passeggio per il cosmo. Le dita dei piedi sono sufficientemente pragmatiche e tangibili: se vi distraete e pensate alle dita dei vostri piedi la cosa vi aiuterà a ri-focalizzarvi. Perdiamo l’attenzione in pochi secondi e per riprendere la concentrazione totalmente, in media, servono 20 minuti quando veniamo distratti.

Ecco quindi il metodo del mandarino immaginario, che si chiama tangerine technique. Immaginate di stringere in mano un mandarino e concentratevi sulla sua consistenza, il suo profumo, il suo peso, la temperatura. Passatelo da una mano all’altra e cercate di sentirlo presente, poi afferratelo con la mano destra (sinistra per i mancini) e portatelo a toccare la parte posteriore della testa. Quindi, lasciatelo in quella posizione (non cadrà, tanto è immaginario!). Chiudete gli occhi e lasciate che il mandarino fluttui nella sua posizione, quindi concentratevi sul vostro stato fisico e mentale. A quel punto, se siete rilassati, immaginate che il vostro campo visivo si espanda e comprenda tutto ciò che vi circonda. Ora siete pronti per una seduta a prova di distrazione!

Eventi

Melograno ed enotera

Per sollecitare il collagene