titleNewsletter.newsletter

Omega 6: perché riducono il rischio cardiovascolare

Trend29/04/2018

Ma senza assumerne in eccesso…

Ne sentiamo parlare spesso, dei “grassi che fanno bene”. Gli omega 6, acidi grassi polinsaturi, di origine vegetale, sono essenziali per il nostro organismo e uno studio appena pubblicato da ricercatori finlandesi sull’American Journal of Clinical Nutrition ce lo rammenta nuovamente. Gli acidi grassi essenziali, come Omega 6 e Omega 3, sono infatti preziosi per l’organismo perché favoriscono il corretto funzionamento delle cellule e il metabolismo. Ma cosa sono esattamente? Gli Omega 6 sono una famiglia di lipidi a cui appartengono l’acido grasso essenziale linoleico e altri acidi come l’acido arachidonico. Di sicuro, questi grassi migliorano alcuni parametri del metabolismo, come la colesterolemia, riducendo il rischio cardiovascolare. Ma in giusta dose, quindi non vanno assunti in eccesso.

L’assunzione di Omega 6 incide sulla sintesi delle LDL, dei trasportatori di grasso nel sangue che portano i lipidi dal fegato verso le periferie. Il colesterolo tende a depositarsi nelle arterie, contribuendo a provocare l’arteriosclerosi. Ecco perché se assunti in giusta dose gli Omega 6 evitano questo, riducendo il rischio cardiovascolare. L’acido linoleico diminuisce altresì la pressione. In un famoso studio sulle infermiere statunitensi (Nurses Healthy Study) le donne con un maggior apporto di acido linoleico presentavano un rischio di infarto inferiore al 30% rispetto alle altre. Quindi, in una dieta, l’assunzione di Omega 6 e Omega 3 se bilanciata è oltremodo benefica. Se si esagera con gli Omega 6 e si assume troppo acido arachidonico, che ha effetti infiammatori, non è un vantaggio per l’organismo. Va specificato che la dieta mediterranea è di solito ricca di acidi grassi essenziali, che si trovano nei semi di soia, girasole, sesamo, nelle arachidi, nel mais, nelle noci e olive. Altrettanto importanti, pesce azzurro, salmone, merluzzo.

Volete un altro esempio? Gli studiosi hanno analizzato e confrontato i livelli di acidi grassi nel sangue di 2.480 uomini di età compresa tra i 42 ei 60 anni all’inizio dell’indagine, ovvero nel 1984-1989, divisi in gruppi sulla base del livello di acido linoleico che avevano. Alla fine della ricerca, sono andati a vedere i dati relativi agli uomini deceduti per malattia e hanno scoperto che il rischio di morte prematura era del 43% più basso nel gruppo con il livello di acido linoleico più alto, rispetto al gruppo con il livello inferiore, indipendentemente dalle patologie che le persone avevano all’inizio dell’indagine. 

Secondo le fonti LARN (Livelli di Assunzione Raccomandata di Nutrienti per la popolazione italiana), l’assunzione di acidi grassi essenziali omega 6 dovrebbe rappresentare una percentuale del 5-10% dell’apporto calorico giornaliero quotidiano. Il rapporto tra Omega 6 e Omega 3 dovrebbe invece essere di circa 6:1.

Dove trovare questi alimenti ed integratori?

Mostra nella mappa

Orari d'apertura

Lunedì/Venerdì 9.00 - 21.00 Sabato 9.00 - 22.00Domenica e festivi 10.00 - 21.00

Contatto

041/935999
  • Coop & Coop sui social network:
Altri nostri negozi Coop & Coop

Altre notizie

#JustAsk

Rispondiamo
entro un'ora
sulla nostra pagina Facebook

Fai la tua domanda

Orari d'apertura

Telefono: 041 53 85 251
> Contattaci

Top